I piatti da assaggiare nei ristoranti tipici a Torino


Mangiare nei ristoranti tipici piemontesi ha un fascino del tutto unico: sono i luoghi migliori in cui assaporare la buona cucina tradizionale immersi in un ambiente tranquillo e accogliente, spesso a gestione familiare, dove i piatti sono preparati seguendo le ricette di una volta, con prodotti freschi e sapori autentici.

Uno dei motivi per cui piace andare a cena in una antica trattoria, in una piccola piola, un ristorante storico, è lo spirito di accoglienza che vi si trova: il personale è gentile e amichevole, il rapporto con i clienti è diretto, e l'atmosfera è davvero conviviale; tutto al contrario di quello che si trova in una grande catena dove invece le interazioni sono meno calorose e più distaccate.




Il ristorante Da Dino è aperto dal 1972, e da sempre fa dell'accoglienza il suo punto di forza: qui potete trovare dei camerieri attenti alle vostre esigenze e pronti a rispondere ad ogni richiesta, e anche a fare due chiacchiere se ne avete voglia! Non amiamo la fretta e vogliamo che il momento della cena sia un momento di relax e buonumore, per questo qui da noi potete mangiare in tranquillità e senza sollecitazioni per liberare il tavolo.

Nel servizio invece siamo sempre zelanti e accogliamo le richieste di chi ha necessità di pranzare in velocità. Chi lo desidera, può prenotare in anticipo e troverà la cucina pronta al suo arrivo. Siamo ben disposti ad accogliere le tavolate di gruppi numerosi, abbiamo ampi locali pensati proprio per le grandi comitive.


I sapori della cucina piemontese

I piatti tipici che potete assaporare al Ristorante Da Dino sono quelli che caratterizzano la cucina piemontese, e li prepariamo secondo le ricette originarie che vengono tramandate da generazioni.

Le specialità gastronomiche di questa terra hanno radici antiche, che affondano nella tradizione contadina e sono influenzate dalla cultura culinaria della vicina Francia. Da questa commistione sono nate pietanza ricche di sapori ed elaborate nelle ricette, in cui gli ingredienti principali sono quelli podotti nel territorio delimitato dalle Alpi Occidentali, l'Appennino Ligure e il fiume Po. Carne di vitello, verdure crude, formaggi, acciughe, burro e lardo, tartufi, aglio sono gli alimenti che caratterizzano i piatti della cucina piemontese.




Sono molti i ristoranti tipici a Torino che propongono specialità regionali, si va dalla taverna lussuosa e rinomata alla piccola piola e c'è davvero l'imbarazzo della scelta. L'importante è che sul menu non manchino i piatti tipici piemontesi, e che siano preparati con ingredienti di giornata.

Le ricette tradizionali sono molto articolate e richiedono lunghe preparazioni, ma ciò che determina la buona riuscita del piatto è la scelta dei prodotti: devono essere sempre freschi e selezionati con cura, perchè ogni sapore deve essere ben riconoscibile e risaltare accanto agli altri senza coprirne gli aromi.

La qualità è l'ingrediente essenziale di ogni piatto al Ristorante Da Dino, per questo tutta la materia prima viene lavorata a mano dai nostri chef, proprio come si faceva una volta. Per tutti i primi piatti usiamo la pasta fresca tirata a mano con la tecnica che usavano le nostre nonne: tagliatelle, ravioli, agnolotti sono tutti tipi di pasta di nostra produzione.

Ma anche la salsa verde, una salsa a base di prezzemolo, aglio, aceto, pane e acciughe; il vitello tonnato, da noi preparato secondo l'antica ricetta agrumata; tomini, acciughe rosse, peperoni.



Una cena piemontese, dall'antipasto al dessert

Al Ristorante Da Dino abbiamo studiato un menù tutto piemontese, per chi volesse assaporare i piatti più tradizionali della nostra cucina, dall'antipasto al dessert.
Nel "Menù Vecchio Piemonte" proponiamo tutte le più apprezzate delizie regionali, ma ne trovate molte altre nel Menù alla Carta, e altrettante ne scoprirete facendovi consigliare di persona dai nostri chef.


Il buffet

La cucina piemontese è ricca e variegata, e si sbizzarrisce nell'ideare le portate di apertura, che stuzzicano l'appetito e preparano lo stomaco per i piatti forti. L'antipasto tradizionale è la Bagna Cauda, un sughetto caldo preparato con acciughe marinate, olio burro e aglio, in cui intingere cardi e peperoni, ma si possono usare anche tutte le verdure di stagione.
Al Ristorante Da Dino proponiamo una grande scelta di antipasti: il nostro buffet comprende oltre 60 specialità regionali, piemontesi e non, assaporare tutte le delizie della nostra terra.
Un piccolo assaggio? La battuta di fassone al coltello con uovo pochette su letto di valeriana vi farà scoprire la tenerezza della carne piemontese, cruda e condita con olio, limone, sale e pepe; il Manzo ai fumi di faggio con misticanza meraviglierà i palati più raffinati con un originale aroma conferito dalla legna dei nostri boschi.



Primo piatto: Risotto con taleggio e zucchine

Il riso è un alimento immancabile nella gastronomia piemontese. La pianura vercellese è da secoli dedicata alla coltura di questo cereale, e ne produce così tanto da essersi meritata il titolo di "capitale del riso". Viene da sè che il riso sia un ingrediente caratterizzante della cucina piemontese, e i piatti in cui viene usato sono innumerevoli.
Al Ristorante Da Dino ne proponiamo molti, uno in particolare per degustare i sapori locali: Carnaroli mantecato al taleggio e zucchine e erbette aromatiche, con il riso nostrano e il formaggio Dop delle malghe novaresi.



Secondo: Brasato al Barolo

Il brasato è una delle più tipiche specialità piemontesi, conosciuta e apprezzata in tutto il mondo per la delicatezza della carne e la preparazione rigorosa. La ricetta è laboriosa e si tramanda di generazione in generazione dalla notte dei tempi. Il Brasato di vitello al barolo che troverete al Ristorante Da Dino segue scrupolosamente l'antica ricetta: usiamo solo la carne di bovini piemontesi da late, allevati all'aperto con dei criteri particolari, e la aromatizziamo con il più noto vino delle Langhe, il Barolo, che conferisce al piatto un gusto indimenticabile.



Il dessert: Bonet piemontese

Nel dialetto piemontese "bonet" significa cappello, e una antica credenza vuole che "bonet" sia anche il termine riferito al dolce di fine pasto, poichè è l'ultima pietanza che si consuma e richiama il gesto di indossare il cappello come ultima cosa prima di andarsene. "Bonèt" è anche il termine che indica un particolare copricapo dalla forma tondeggiante, che somiglia allo stampo per il budino. Da qui deriva il nome del più tipico dessert piemontese: il bonet è un dolce al cucchiaio a base di amaretti, cacao, uova, latte e rum, rivestito di caramello, ed è senza dubbio una golosa conclusione di un lauto pasto.

Leggi il menu "Vecchio Piemonte"



Credits: foto del risotto di Rooey202; foto del brasato di Ron W; foto del bonet di Paul Phillips.
 
Approfondimenti